Post in evidenza

Probabile ennesimo falso attacco chimico vicino Damasco, Ayn Tarma

Attenzione: Ennesimo attacco chimico (con molta probabilità falso) avvenuto in territorio siriano. La notizia non è stata, momentaneament...

martedì 18 luglio 2017

Impegni ... previsti !!!

Per impegni lavorativi del redattore, il blog verrà aggiornato lentamente nel corso delle prossime settimane. Con la stessa passione e cura avuta fino ad adesso. Un grazie speciale ai lettori. 

martedì 11 luglio 2017

Il silenzio sorridente increscioso del FBI sulle bombe di Boston

Dzhokhar Tsarnaev, Tamerlan Tsarnaev

Come un'altro film di Hollywood di grande budget sulle bombe della maratona di Boston in uscita, i media mainstream affronteranno finalmente le molte domande senza risposta in merito alla mente dell'attentatore, Tamerlan Tsarnaev. Eppure, quattro anni dopo l'attacco e due anni dopo la condanna a morte del fratello minore di Tamerlan, Dzhokhar per il suo ruolo, gli agenti federali non ne parlano più.

I lettori di WhoWhatWhy (sito web da cui è ripreso tutto ciò) avranno familiarità con la maggior parte di queste domande aperte:



Come evidenziato ad aprile, il giornalista investigativo per ABC News Michele McPhee ha pubblicato una denuncia esplosiva che documenta il sospetto nelle forze dell'ordine locali, dell'FBI di Boston, intenta a coprire le sue interazioni con Tamerlan Tsarnaev prima dell'attacco. L'indagine di McPhee lo ha portato a concludere che esista davvero una copertura dell'FBI. 

Di recente, la conduttrice della stazione radio di Boston, Meghna Chakrabarti, ha prodotto un articolo intitolato "Domande senza risposta su Tamerlan Tsarnaev". Distruggendo i risultati di McPhee, il programma radio esplora alcuni dei misteri su cui il governo è riservato.

Chakrabarti conclude: "Esiste ancora una stretta confusione di segretezza avvolta in gran parte in questo caso". Il suo lungo e dettagliato profilo identifica una serie di anomalie che richiamano ad ulteriori spiegazioni.

The Medical Examination for Immigrant or Refugee Applicant form, from Tamerlan Tsarnaev's redacted immigration file, from the U.S. Department of State. The top photo depicts Tamerlan Tsarnaev. The bottom photo is an unknown entity.

Mentre l'impugnazione automatica federale della pena di morte di Dzhokhar Tsarnaev è in corso, i pubblici ministeri rifiutano di passare documenti classificati agli avvocati d'appello di Tsarnaev.

Gli avvocati dei fratelli Tsarnaev non ricevono documenti classificati dai giudici.

Cosa c'è in quei documenti classificati ? E' impossibile dirlo, ma probabilmente scompariranno i misteri irrisolti che circondano Tamerlan Tsarnaev.

http://www.blacklistednews.com/The_FBI%E2%80%99s_Increasingly_Odd_Silence_on_Boston_Bombing/59614/0/38/38/Y/M.html

sabato 8 luglio 2017

Putin e Trump - Letture



Il presidente russo Vladimir Putin ha affermato di aver discusso sulle crisi in Ucraina e Siria, la lotta al terrorismo e ai cyber crimini insieme alla sicurezza informatica nei suoi colloqui con il presidente degli Stati Uniti Donald Trump.

"Ho avuto una lunga conversazione con il presidente americano. Molte domande sono state accumulate tra l'Ucraina e la Siria insieme ad altre questioni, anche questioni bilaterali", ha dichiarato Putin durante il suo incontro con il primo ministro Shinzo Abe. "Siamo tornati a discutere della lotta contro il terrorismo e la sicurezza informatica".

Putin si scusa con Abe per averlo fatto attendere circa un'ora.

"Io e lui (il presidente degli Stati Uniti) ti dobbiamo una scusa", ha dichiarato.

La riunione di 135 minuti si è svolta al margine del vertice del vertice dei venti ad Amburgo, Germania. Fino ad oggi i due leader avevano avuto solo conversazioni telefoniche.

All'inizio dei colloqui Putin e Trump si sono espressi in favore del dialogo. L'incontro è stato tenuto dietro le porte chiuse dove ne hanno preso parte solo i migliori diplomatici dei due paesi.

Tass/Russia News Agency

I migliori diplomatici russi commentano il primo incontro tra Vladimir Putin e Donald Trump.

La conversazione tra il presidente russo e statunitense Vladimir Putin e Donald Trump è stata molto specifica, ha dichiarato il ministro degli esteri russo Sergey Lavrov a seguito dell'incontro tra il presidente russo e quello statunitense.

"Questa è stata una conversazione molto lunga e specifica" ha dichiarato il primo diplomatico russo. "La mia impressione è che entrambi i presidenti, quello russo e statunitense, siano guidati dagli interessi dei due paesi".

"(Il Segretario di stato USA) Rex Tillerson ed io siamo stati incaricati di continuare la cooperazione tra i nostri ministri, sia direttamente e sia al Consiglio delle Nazioni Unite, sull'intero quadro dell'agenda internazionale, inclusa la penisola coreana", ha dichiarato.

"E' stato concordato di accelerare le procedure necessarie per le nomine dei nuovi ambasciatori, l'ambasciatore statunitense a Mosca e l'ambasciatore russo negli Stati Uniti", ha dichiarato il diplomatico maggiore.

"La situazione in Siria, Ucraina, nella penisola coreana, i problemi inerenti alla sicurezza informatica e una serie di altre questioni sono state discusse in dettaglio", ha dichiarato, aggiungendo che i due leader "hanno concordato su una serie di cose concrete".

Tass/Russia News Agency

mercoledì 5 luglio 2017

Simbologia ebraica per le strade di Caracas e ingerenza straniera



Le autorità venezuelane hanno scoperto una serie di nomenclature ebraiche in diversi siti di Caracas orientale, che potrebbero significare un'incursione straniera. Simbologia cabalista (relative al sistema di interpretazione del Vecchio Testamento) è stata trovata tra Chacao e Les Mercedes, e può indicare l'inizio di un'incursione straniera nel conflitto politico che colpisce intensamente il Venezuela da più di 90 giorni, come sottolineato dai vari media nazionali e internazionali.

Cosi è stato annunciato dal corrispondente di TelesurMadelein Garcia, che ha pubblicato attraverso il suo account Twitter ufficiale una serie di immagini dei luoghi in cui si trovavano questi simboli ebraici così come una mappa che mostra il percorso dove si trovavano questi simboli. Garcia ha dichiarato che: "le agenzie di sicurezza di stato ha rilevato queste nomenclature ebraiche sulla rotta in cui si sviluppano le violenze".



Ha dichiarato che: dal distributore di Santa Fe alla strada Prados del Este e Francisco Fajardo, nonché in Altamira si sono contati circa 43 simboli su strade e muri.





L'immagine della mappa mostra il percorso delle nomenclature, cha vanno da Campo Bello a Chacao, attraverso Francisco de Miranda Avenue, a Altamira. Attraverso il sud dell'autostrada Francisco Fajardo e continua sulla strada de Padros del Este.

Il giornalista ha spiegato che questi simboli sono parte integrante della simbologia cabalistica che rappresenta l'amore incondizionato, ma è in realtà un codice di comunicazione che sta a significare "io sono qui".

Egli ha aggiunto che i simboli sono stati rilevati 3 giorni prima della riunione OEA in Messico e hanno riguardato la presenza di agenti stranieri sul percorso.

Garcia ha sottolineato che in paesi come la Siria, la Tunisia e la Libia questi simboli che hanno segnalato la presenza di agenti stranieri erano una comunicazione "gli allarmi sono stati attivati", ha detto il giornalista, ribadendo che in altri paesi l'uso di simboli è una strategia di comunicazione e di posizione.





Sono stati rilevati anche vari eliporti.



Desdelaplaza
Lechuguinos
Laiguana

domenica 2 luglio 2017

Probabile ennesimo falso attacco chimico vicino Damasco, Ayn Tarma


Attenzione: Ennesimo attacco chimico (con molta probabilità falso) avvenuto in territorio siriano. La notizia non è stata, momentaneamente, riportata da nessun media internazionale.



Il gruppo ribelle Failaq Al-Rahman dell'esrcito libero siriano (FSA) ha accusato l'esercito siriano (SAA) di aver effettuato un attacco con cloro a Ayn Tarma, Damasco, venerdì sera. Solo quattro giorni dopo che la Casa Bianca rilasciò una dichiarazione, avvertendo di un probabile attacco chimico imminente, impegnandosi a far "pagare un prezzo pensante" al governo siriano in caso di tale incidente. L'ultima volta tali affermazioni di un probabile attacco da parte delle SAA, furono riportate da vari social media dell'opposizione siriana, il presidente degli Stati Uniti Donald Trump li ha presi come una ragione per bombardare, la base aerea siriana di Sharyat utilizzata dalle forze aeree siriane e dalle truppe russe, con 59 missili tomahawk.

Almasdarnews

Il comandante generale dell'esercito e delle forze armate ha affermato che le rivendicazioni fatte da alcuni siti web affiliati a gruppi terroristici in merito ad un attacco con cloro contro i terroristi a Ayn Tarma da parte dell'esercito siriano sono falsi e senza fondamenta. In una dichiarazione di sabato sera, il comandante generale ha dichiarato che alcuni siti web affiliati ai gruppi terroristici stanno riferendo false notizie e senza fondamento in cui sostengono che l'esercito arabo siriano abbia usato gas al cloro contro i terroristi del gruppo ribelle Failaq Al-Rahman a Ayn Tarma, nel Ghouta orientale nelle campagne di Damasco. Il comandante generale ha respinto queste affermazioni, affermando che non ha mai utilizzato armi chimiche e che mai le utilizzerà, affermando che queste menzogne e false narrazioni sono diventate evidenti a tutti senza ingannare nessuno, create dai gruppi terroristici per giustificare le loro sconfitte e perdite pesanti ogni volta che l'esercito arabo siriano avanza in una zona.

Sana

Ulteriori informazioni sono reperibili anche qui:

Stepagency

Stepagency